• Trova il tuo temporary store.

Confronta

5 esempi di temporary store innovativi e sorprendenti!

5 esempi di temporary store innovativi e sorprendenti!

Temporary store innovativi: quando l’esperienza supera l’acquisto in sé

Temporary store innovativi: cercate l’idea giusta per il vostro prossimo temporary? Bene, state leggendo l’articolo giusto!

Il temporary store, ormai lo sapete, è un negozio temporaneo, ovvero aperto per un periodo limitato di tempo.

Ti interessano i Temporary Store innovativi? Vorresti aprirne uno tutto tuo per promuovere la tua azienda e vendere

i tuoi prodotti?  Inserisci i tuoi contatti e ti ricontatteremo immediatamente.

[]
1 Step 1
keyboard_arrow_leftPrevious
Nextkeyboard_arrow_right

Siamo abituati a pensare che il successo sempre maggiore di questi pop up store sia dovuto al fatto che i consumatori siano più invogliati ad acquistare se sanno che non troveranno più quei prodotti l’indomani. Verissimo, ma non solo.

Esistono tanti temporary dove addirittura non si vende nulla. Ebbene sì, perché questa attività, unita a quella commerciale, ha una forte componente pubblicitaria, come se si trattasse di una pubblicità accessibile, da toccare con mano.

Per questo motivo è fondamentale trovare lo spazio perfetto da personalizzare per regalare ai visitatori sensazioni e ricordi legati al proprio brand.

Vediamo quindi 5 tra i temporary store più innovativi degli ultimi tempi provenienti dall’estero, per respirare idee internazionali e nuove ispirazioni.

Il BarkShop per gli amici a 4 zampe

Nei temporary store innovativi la clientela è la cosa che conta maggiormente, anche se non si tratta di… umani.

La società Bark & Co, proprietaria del famoso ecommerce per animali BarkBox, ha deciso che anche gli animali domestici vanno trattati come clienti veri e propri.

Per questo motivo è stato aperto il BarkShop, il primo negozio per animali dove a decidere cosa acquistare sono proprio… gli animali.

Il pop up shop, aperto a Manhattan, forniva agli animali speciali giubbotti con tecnologia RFID, per monitorare quali giocattoli attiravano maggiormente la loro attenzione, acquistabili poi dai padroni direttamente con l’app creata dal negozio.

Niente più indecisioni, quindi, la scelta è dei diretti interessati!

temporary store innovativi 1

Fast Food Aid, lo spazio per la sensibilizzazione alimentare

L’idea è stata dei direttori creativi Ikkyu e Junya Sato dello studio di design Giapponese Kaibutsu.

Considerando i forti problemi alimentari della popolazione Giapponese, dovuti all’abuso di fast food, è stato aperto il Fast Food Aid.

Il pop up store promuove la catena alimentare organica Dohtonbori ed ha un layout simile a quello di una farmacia. Ciò che stupisce, però, è come funziona.

I visitatori non pagheranno in denaro i prodotti, ma basterà fornire lo scontrino di un fast food. In cambio, si avrà una bottiglietta contenente le sostanze nutritive perse durante il pasto al fast food, ed il bello è che ce n’è una per ogni tipo di alimento mangiato (pizza, hamburger, fritti, ramen ecc).

Il risultato? Una maggiore sensibilizzazione che porta i visitatori, in futuro, a scegliere un ristorante naturale come il Dohtonbori al posto del classico fast food.

Questo è il tipico esempio di un temporary store che non vende nulla, ma si porta dietro una pubblicità ben più importante.

temporary store innovativi 2

 

Il lavoro sotto gli occhi… di tutti

Quale metodo migliore per ottenere visibilità che farsi, letteralmente, vedere?

Questo è ciò che ha pensato l’agenzia pubblicitaria londinese Wieden + Kennedy, che ha deciso di trasformare uno dei propri uffici in una vera e propria vetrina su strada.

L’illustratrice Emily Forgot si è curata di decorare la parete in vetro del suo ufficio ricreando lo scenario di un surreale ufficio in carta, dove da uno strappo compare miracolosamente qualcuno all’opera.

Nell’arco di alcune settimane, gli impiegati dell’agenzia si sono seduti a turno sull’ammirata scrivania, catturando l’attenzione dei passanti sul proprio lavoro e soprattutto sull’immaginario dell’agenzia creativa per eccellenza.

Quest’attività ha portato enormi frutti all’agenzia, non solo in termini di richieste, ma soprattutto per la loro brand awarness. Da quel giorno, infatti, chiunque li avesse ammirati ha iniziato a considerarli come una società sui generis, non troppo seria, e realmente originale.

temporary store innovativi 3

 

Coffee shop organico a New York

Quanti di voi hanno acquistato un caffè al bar? Beh, probabilmente tutti.

Non è usuale, però, pagare per avere solo la tazzina e… un goccio di latte.

E’ quanto è avvenuto nell’Organic Valley Coffee Shop, bar temporaneo di Manhattan dell’azienda produttrice di caffè organico.

La vera novità non è stata l’insegna in stile moderno, o il contadino come commesso, e nemmeno le misure descritte in termini divertenti (“un pochino”, “il doppio”, e “davvero tanto”).

No, signori. Il bello del bar è stato che i clienti ordinavano un caffè macchiato, e ricevevano solo un dito di schiuma di latte. Il caffè? Beh, era da aggiungere a parte, servendosi da soli e scegliendo la tipologia preferita.

Tutto questo alla “modica” cifra di 2 euro. Quindi, tu entravi, ordinavi un cappuccino, pagavi 2 euro e ricevevi una tazza con un po’ di schiuma. Non male, vero?

La cosa più importante è che tutto ciò non ha scatenato la minima polemica, anzi, i clienti facevano la fila davanti al locale per servirsi.

Ecco la vera “esperienza che lascia di stucco”, che è la chiave del successo.

temporary store innovativi 4

 

The Picture House, il ristorante dove si paga con un post su Instagram

Lo sappiamo tutti, fotografare il cibo è una delle passioni più grandi di tanti instagrammers.

Ebbene, la società alimentare Birdseye ha deciso di sfruttare questa tendenza aprendo il primo ristorante temporaneo al mondo pay-by-picture, finito subito ai primi posti tra i temporary store innovativi.

La pubblicità è sicuramente costosa per le aziende, e non sempre colpisce nel segno. Perché, quindi, non accaparrarsi pubblicità gratuita, e per di più virale?

Ecco lo scopo del ristorante aperto a Londra.

I clienti entrano, si gustano un buon pasto, e non si preoccupano del portafoglio. Tutto ciò che devono fare per saldare il conto è postare una foto del piatto su Instagram, seguita dall’hashtag #BirdsEyeInspirations. Più trend topic di così!

temporary store innovativi 5

 

Che dire, quindi, sembra chiaro che il fenomeno temporary non si arresterà facilmente, e che altri temporary store innovativi non smetteranno di nascere.

Ti interessano i Temporary Store innovativi? Vorresti aprirne uno tutto tuo per promuovere la tua azienda e vendere

i tuoi prodotti?  Inserisci i tuoi contatti e ti ricontatteremo immediatamente.

[]
1 Step 1
keyboard_arrow_leftPrevious
Nextkeyboard_arrow_right
img

Dott. Luigi Sghinolfi

Correlati

Temporary store Adidas a Milano: rilanciata Adicolor in collaborazione con Yoox

Temporary store Adidas: inaugurato il pop up store per l'iconica Adicolor C'è chi utilizza i...

Continua a leggere
da Dott. Luigi Sghinolfi

Temporary store fashion Milano: A’biddikkia, un brand internazionale dallo stile mediterraneo

Temporary store fashion Milano: A'biddikkia unisce tessuti pregiati e stile partenopeo Si sa: il...

Continua a leggere
da Dott. Luigi Sghinolfi

Clio PopUp: il primo temporary store di Clio Makeup a Milano, con Spazio Promozionale!

Clio PopUp, il primo temporary store di Clio Makeup in uno degli spazi di Spazio Promozionale Clio...

Continua a leggere
da Dott. Luigi Sghinolfi